Notizie

Mancano pochissimi giorni all'Ecofin del 17 giugno quando i 10 Capi di Stato e di Governo europei, tra cui il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, dovranno dimostrare di aver raggiunto l’accordo "storico" per l’introduzione della Tassa europea sulle Transazioni Finanziarie (TTF), come da impegno assunto nello scorso dicembre. L'accordo costituirebbe infatti punto di svolta che contribuirebbe a disincentivare finalmente pratiche speculative sui mercati e a far versare al settore finanziario il “giusto contributo fiscale” agli Stati. Dopo tre anni di trattative non è infatti più giustificabile ritardare l’introduzione di quella che è divenuta la ‘tassa più popolare di sempre’ attraverso una petizione globale che nel 2015 ha superato 1 milione di firme.

Leggi tutto...

A cura di Andrea Baranes, presidente Fondazione Culturale Responsabilità Etica

Dal 2009 www.zoes.it è stato lo spazio online in cui si sono sviluppate tante iniziative di relazione e approfondimento sul rapporto tra web e sostenibilità che si sono arricchite di tanti momenti di confronto sul territorio con decine di incontri, dibattiti, corsi di formazione.

Questa esperienza è stata raccolta in un ebook scaricabile gratuitamente dal titolo "Relazioni, saperi, futuro" realizzato da Fondazione Culturale Responsabilità Etica e Fondazione Sistema Toscana in collaborazione con Italia che cambia e Banca Etica.

"Relazioni, saperi, futuro" parla di finanza, marketing, turismo, design, e molto altro con i contributi di: Andrea Baranes, Ugo Biggeri, Paolo Chiappini, Adriana De Cesare, Gianluca Diegoli, Mirko Lalli, Ezio Manzini, Giuditta Peliti, Angelo Rindone, Giulia Rosoni, Francesco Terzini, Andrea Tracanzan e Claudia Vago ed è stato curato da Daniel Tarozzi, fondatore di Italia che cambia. In appendice troverete anche una raccolta con i post più letti su Zoes.

Leggi tutto...

Il 16 giugno arriva in libreria (ma può essere già acquistato online sul sito di Altreconomia) il libro Non con i miei soldi: sussidiario per un’educazione critica alla finanza, nato dalla omonima campagna  http://www.nonconimieisoldi.org/ promossa da Banca Etica e dalla Fondazione Culturale Responsabilità Etica. La riflessione attorno a cui si sviluppa il libro e a cui cerca di dare risposta è quanto ancora la finanza è percepita come una cosa per pochi, relegata nelle pagine specialistiche dei quotidiani, egemonizzata da economisti organici al sistema? Quanto è necessario educare alla finanza perchè diventi una cosa di tutti? a partire dal percorso educativo e formativo: la finanza infatti è una delle “materie” più trascurate in un “orario scolastico” della cultura quotidiana. 

"Questo libro non è un affatto un “sussidiario” di finanza, ma ha tuttavia l’ambizione di rimediare - in modo chiaro e piacevole - alle nostre lacune: per questo è strutturato come una “ripetizione” - dall’asilo al master - di un ciclo scolastico. 
Gli autori - Andrea Baranes, Ugo Biggeri, Andrea Tracanzan e Claudia Vago - aiuteranno quindi il lettore a combattere l’analfabetismo finanziario, a dotarci dell’ABC per seguire lezioni più complesse, a fornire una grammatica e una sintassi per leggere i fenomeni finanziari e per fare le nostre scelte di cittadini consapevoli" ...contina Non con i miei soldi, di Ugo Biggeri su Altreconomia 27/5/2016
Guarda la presentazione con gli autori Andrea Baranes, Ugo Biggeri, Andrea Tracanzan e Claudia Vago

Leggi tutto...

Valori di giugno (*) arriva con un dossier che stana i veri sostenitori delle reti del terrorismo internazionale, che con donazioni, droga e sequestri; tasse, petrolio e crowdfunding si finanzia nei modi più disparati, costituendo organizzazioni con bilanci a nove zeri, multinazionali ben organizzate e supportate dalle banche, islamiche e non. Soggetti finanziari perfettamente integrati fanno volentieri affari con chi predica e pratica il terrore: commercianti di beni e materie prime, in armi e petrolio, speculatori su titoli azionari per cui anche i governi “democratici” chiudono entrambi gli occhi.

Nella sezione finanza etica potete leggere del disinvestimento dalle fonti fossili, breccia sempre più ampia nei grandi portafogli azionari, grazie al boom delle rinnovabili e alla crisi dei prezzi del petrolio; degli investimenti nelle fonti energetiche pulite che fioccano in Paesi con minor burocrazia, certezza normativa e stabilità politica; delle profonde difficoltà di Eni

Leggi tutto...

La Fondazione Culturale Responsabilità Etica, creata nel 2003 da Banca Etica, è giunta al nono anno di azionariato critico. Nel 2007 abbiamo acquistato azioni di Enel con lo scopo di promuovere il ruolo dei piccoli azionisti e il loro contributo alla vita dell'impresa. Dal 2008 interveniamo alle assemblee per sollecitare la riflessione degli amministratori e degli azionisti sugli impatti che la condotta di Enel in campo ambientale e sociale può avere sul bilancio e sulla reputazione dell'impresa.

 La nostra iniziativa è svolta in stretta collaborazione con le reti e le organizzazioni della società civile italiana e internazionale, con l'obiettivo di portare la voce delle comunità del sud del mondo, impattate dagli investimenti di Enel, direttamente all'assemblea annuale degli azionisti.

Leggi tutto...

La Fondazione promuove

La Fondazione partecipa a

Contatti

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fax +39 055 2691148

SEDE LEGALE

Padova
Via N. Sauro 15, 35139

SEDI OPERATIVE

Firenze (direzione, attività culturali)
Via dei Calzaiuoli 7, 50124
T. +39 055 2381064

Seguici su questi social media o con l'RSS

 

 
Sei qui: Notizie