A Rovigo il 2 e 3 marzo il convegno sulle "aree rurali fragili"

Due giorni di ricerca e discussione sui "nested markets", le forme anomale di scambio.
Lectio magistralis, tavole rotonde e dodici sessioni di lavoro. Oltre 50 i relatori.
L'appuntamento è promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Università di Trieste, TESAF, Università di Padova, Fondazione Culturale Finanza Etica, Banca Popolare Etica e Cooperativa Sociale Porto Alegre di Rovigo
 
Venerdì 2 e sabato 3 marzo a Rovigo è in programma il dodicesimo convegno sulle "aree fragili",  l'appuntamento annuale che mette a confronto la comunità scientifica e gli attivisti che si occupano di ricerche e pratiche nei contesti delle aree periferiche o marginali del Paese.
Per il 2018 il tema scelto dal comitato organizzatore, coordinato da Giorgio Osti,  professore associato di Sociologia dell'Ambiente e del Territorio all'Università di Trieste, è quello degli "Scambi anomali. I mercati ‘nested’ per le aree rurali fragili": si parlerà di tutte quelle esperienze che, spesso ai margini del mercato, o in alternativa al sistema economico, hanno saputo rispondere all'esigenza di creare occupazione e generare reddito nei contesti fragili, che siano le periferie urbane o le "aree interne" del Paese.
A questo link è possibile scaricare gli abstract di tutti gli interventi.
Il convegno è in programma presso la sede della Provincia di Rovigo, a Palazzo Celio, in via Ricchieri 10. 

La Fondazione partecipa a

Contatti

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fax +39 055 2691148

SEDE LEGALE

Padova
Via N. Sauro 15, 35139

SEDI OPERATIVE

Firenze (direzione, attività culturali)
Via dei Calzaiuoli 7, 50124
T. +39 055 2381064

Seguici su questi social media o con l'RSS

 

 
Sei qui: Notizie Notizie della Fondazione A Rovigo il 2 e 3 marzo il convegno sulle "aree rurali fragili"