Aree Fragili: Alfabetizzazione, apprendimento, arte

 Il divario culturale delle aree rurali fragili 

Rovigo, 17-18 marzo 2017

La Fondazione Finanza Etica, il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Banca Popolare Etica, l'Università di Trieste e la Cooperativa Sociale ‘Porto Alegre’ organizzano la XII edizione del convegno Aree Fragili. 

Il termine divario o gap è provocatorio, la cultura non si misura su una scala, però le gerarchie del sapere esistono e pesano nelle relazioni fra persone e fra territori. Il campo da esplorare per le aree fragili è vastissimo, variegato, con qualche insidia che va dall’idea che la cultura sia tutto fino al suo contrario, che abbia un rango culturale anche la più banale delle manifestazioni ludiche. È evidente poi che intervengono tradizioni disciplinari diverse, ognuna con un suo linguaggio e bagaglio concettuale. Ma la rilevanza del tema è enorme se solo si pensa che a suo tempo l’Unione Europea ha puntato molto sulla società della conoscenza per fondare un rinascimento delle campagne e delle periferie. La cultura è un potente strumento di comunicazione a va analizzata anche rispetto ad una funzione per le aree fragili. Sì perché la scelta del tema – divario culturale – ha finalità pratiche e politiche. Serve a verificare se e quanto la cultura è uno strumento di crescita per comunità rurali definibili come interne o marginali, poco resilienti o fragili. Si useranno tre criteri: 1) la pertinenza della cultura per la comunità di pratiche ‘aree fragili’ ovvero se la cultura sia una questione (issue) che richiede risposte; 2) i grandi cambiamenti culturali avvenuti nelle aree rurali fragili, e infine; 3) campi di intervento urgenti e promettenti sulla scia della tradizione dei convegni aree fragili pronti a descrivere carenze e segni di cambiamento in senso positivo.

iscrizione al convegno gratuita (e consigliata) su Eventbrite 

 

Scarica la Brochure, clicca QUI

Programma

17 marzo ore 15.00 - Saluti

Marco Trombini, Presidente della Provincia di Rovigo

Anna Fasano, Vicepresidente Banca Popolare Etica

Introduzione

Giorgio Osti Relazione Generale,

Emmanuele Curti, Consulente Matera 2019

Sessioni Parallele ore 16.30 (1 parte)

1) Teatri naturali, 2) Apprendimenti, 3) Cunei culturali

17 marzo - ore 18.30 

L’avvio della Scuola Media Statale nel delta del Po (Livio Crepaldi con Fausto Merchiori)

18 marzo - ore 9.00 

Sessioni Parallele (2 parte) 

1) Mappe, 2) Innovazioni, 3) Video documentari

Sessioni Parallele ore 11.15 (2 parte) 

1) Architetture, 2) Reti formanti, 3) Pluriclassi

Buffet – ore 13.30

Tavola rotonda 18 marzo - ore 14.30

Giulia Narduolo, Commissione Cultura della Camera

Marco Cammelli, Presidente Commissione per le Attività e i Beni culturali dell’ACRI

Carmela Palumbo, Dirigente Generale MIUR

Cristiano Corazzari, Assessore alla Cultura Regione Veneto (invitato)

Modera, Diego Crivellari, Deputato

Il convegno, organizzato attraverso un call for cases nazionale, ha raccolto decine di esperienze virtuose che segnalano la fecondità della cultura per le aree rurali fragili

iscrizione al convegno gratuita (e consigliata) su Eventbrite 

 

Scarica la Brochure, clicca QUI

sito Convegni sulle aree fragili

Foto: Leda, Lecce http://www.lscmt.units.it/osti/areefragili.htm

La Fondazione promuove

La Fondazione partecipa a

Contatti

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fax +39 049 7394050

SEDE LEGALE

Padova
Via N. Sauro 15, 35139

SEDI OPERATIVE

Padova (ufficio amministrativo)
Via N. Tommaseo 7, 35131

Firenze (direzione, attività culturali)
Via dei Calzaiuoli 7, 50124
T. +39 055 2381064

Seguici su questi social media o con l'RSS

 

 
Roma (attività di advocacy e campaigning)
Via Toscana 48 00187
tel: +39 06 45403218  
Sei qui: Notizie Notizie della Fondazione Aree Fragili: Alfabetizzazione, apprendimento, arte