Novità dal Rating di Legalità

Il vantaggio competitivo dell’impresa responsabile
 
Con recente delibera del 5 giugno 2014*, l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha approvato alcune modifiche alle “regole” per l’attribuzione del Rating di Legalità alle aziende, uno strumento pensato per incentivare l'introduzione di principi etici nei comportamenti aziendali, valido per preservare le aziende sane dal rischio di infiltrazione delle organizzazioni criminali. Ne avevamo già parlato nella scheda n.20 della serie Capire la Finanza. Ritorniamo sul tema per proporre un aggiornamento sulle novità inserite dal nuovo Regolamento, gli aspetti di carattere generale, i requisiti per l'attribuzione del rating da parte delle imprese e quali sono  le cause che concorrono ad eventuali sospensioni e revoche. Particolare attenzione è rivolta ai risvolti dell'introduzione del rating per le Banche e le Amministrazioni.
Testo di Simone Grillo - Consulente in materia di Responsabilità Sociale d’Impresa. Editing Irene PalmisanoFondazione Culturale Responsabilità Etica. Testi chiusi Luglio 2014.
 
* Aggiornamento: lo scorso 22 ottobre 2014 l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha attivato una nuova consultazione pubblica (chiusa il 29 ottobre) per modificare il Regolamento attuativo del Rating. Per una sintesi degli interventi proposti si rimanda al seguente link www.acgm.it
Prossimamente, l'Osservatorio Finanza e Legalità di F.C.R.E. proporrà una analisi aggiornata di questo strumento e delle sue applicazioni
 
Documento Il Rating della Legalità, aggiornamento alla scheda n.20, scheda n. 24, Luglio 2014
Introduzione
Il Rating di Legalità dopo il Decreto ed il Regolamento dell’impresa responsabile
1. L’imprenditoria mafiosa nell’Italia della crisi: l’esigenza di una risposta
2. La nascita del Rating di Legalità
3. Il Regolamento del Rating di Legalità alla luce delle ultime modifiche
3.1 Aspetti di carattere generale
3.2 Requisiti minimi per l’attribuzione del Rating
3.3 Cause di esclusione e deroga
3.4 Valutazione dei requisiti per l’attribuzione del punteggio
3.5 Procedura di attribuzione del punteggio
3.6 Validità del Rating
4. I primi passi del Rating ed il percorso del Decreto interministeriale attuativo
5. Il Decreto ministeriale attuativo: banche ed amminstrazioni alle prese col Rating
Conclusioni
Sitografia

Documento Il Rating della Legalità, aggiornamento alla scheda n.20, scheda n. 24, Luglio 2014

La Fondazione partecipa a

Contatti

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fax +39 055 2691148

SEDE LEGALE

Padova
Via N. Sauro 15, 35139

SEDI OPERATIVE

Firenze (direzione, attività culturali)
Via dei Calzaiuoli 7, 50124
T. +39 055 2381064

Seguici su questi social media o con l'RSS

 

 
Sei qui: Attività Informazione Capire la finanza - schede Novità dal Rating di Legalità