I Beneficiari

Beneficiari diretti

- Studenti/operatori della società civile e delle Istituzioni
Il presente “target group” rappresenta il più importante riferimento del progetto, in quanto tra gli obiettivi principali vi è la formazione di cosiddetti agenti del cambiamento che sappiano implementare azioni di sviluppo che tengano in considerazione la trasversalità dei Diritti Umani e delle Convenzioni Internazionali esistenti. Si prevede il coinvolgimento di 40 studenti nel corso di formazione che si prevede di realizzare. Inoltre, altri saranno coinvolti nell’ambito del Simposio internazionale e delle attività di pubblicazione in Rete. Alla fine del Progetto si stima di coinvolgere circa 50.000 studenti a diversi livelli. Tale numero è il risultato dell’azione di diffusione e di coinvolgimento del progetto attraverso le Università coinvolte nel Simposio e nelle azioni in rete. Si stima infatti che Al Simposio parteciperanno almeno 30 Università appartenenti a almeno 4 Macro Aree principali, quali: America Latina, Mediterraneo, Asia, Africa.
- Organizzazioni/associazioni della società civile
La società civile rappresenta un “target group” importantissimo, in quanto ritenuto essenziale per innescare un circuito di partecipazione virtuoso che proponga I Diritti Umani come valore essenziale per la vita delle Democrazie moderne e non solo in ambito di discussione accademica. Alla fine del progetto si stima di coinvolgere almeno circa 100 organizzazioni della società civile interessate ai temi dell’iniziativa. Tali organizzazioni sono coinvolte nelle attività del Simposio a cui saranno invitate, attraverso il Corso di formazione; attraverso la diffusione dei materiali in rete e la pubblicazione finale che prevede una diffusione specifica del DVD finale indirizzata a 1.500 soggetti. Il numero sottostimato e dovuto al fatto che al momento sono stati coinvolti nelle attività del Centro Studi CEDEHU dell’Università di San Martin le seguenti organizzazioni e reti che a loro volta raggruppano ulteriori organizzazioni.
Fondazione Pérez Esquivel. Premio Nóbel de la Paz 1980
Asociacion Patronato INAS – Istituto Nazionale di Assistenza Sociale
Centro de Gestión Cultural PUKAÑAWI
Congregación de los Misioneros de San Carlos (Scalabrinianos)
Fundacion Mujeres en Igualdad 
Instituto Multimedia Derhumalc
Red de Cine Social y de Derechos Humanos de América Latina y el Caribe
- Enti locali
Gli Enti locali italiani in particolare saranno coinvolti attraverso i Seminari didattici territoriali. Tali Seminari hanno proprio lo scopo di promuovere le tematiche del progetto attraverso il coinvolgimento integrato dei soggetti sul territorio. Si stima che saranno coinvolti durante il progetto 7 Enti locali dislocati nelle regioni di intervento del progetto insieme alla Municipalità di Buenos Aires che sarà coinvolta nelle attività del Simposio con il fine di avviare anche una relazione tra la stessa e gli enti locali italiani.  
I beneficiari indiretti
- Singoli cittadini
Il coinvolgimento della popolazione nell’ambito delle attività di sensibilizzazione è un presupposto fondamentale per la creazione della “consapevolezza sociale” presupposto ritenuto necessario per qualsiasi politica di cambiamento. La popolazione attiva rappresenta quel “humus” che bisogna tenere in forte considerazione per promuovere una sostenibilità delle azioni sul lungo periodo. Si prevede di raggiungere circa 3.000.000 di cittadini nell’ambito delle tre annualità, attraverso i materiali comunicativi e le azioni aperte al pubblico. Per comprendere il numero di beneficiari indiretti raggiunti bisogna fare riferimento che un’azione del progetto come il Simposio si svolge in una città quella di Buenos Aires che da sola conta circa 12 milioni di abitanti. Inoltre attraverso le Università coinvolte dell’America Latina, europee asiatiche ed europee si stima che la cifra di cittadini coinvolti indirettamente dall’azione possa essere approssimativamente di tale entità.
Governi e organizzazioni internazionali
Gli attori istituzionali sono coinvolti nell’ambito delle azioni di confronto accademico che il progetto promuove come il Simposio Internazionale. L’obiettivo è costruire insieme “quel sapere” che si alimenta reciprocamente dal contributo di tutti gli attori a tutti i livelli in maniera che sia capace di comprendere le parti sociali e promuovere cambiamenti radicali e di lungo periodo. Si prevede di coinvolgere e di raggiungere almeno tutti i Governi in cui le Università sono radicate e le principali organizzazioni Internazionali che operano nel campo dei Diritti Umani.
Al momento il progetto prevede di coinvolgere attraverso alcune azioni come il Simposio a cui saranno invitati, i seguenti governi: Italia, Argentina, Brasile, Messico, Bolivia, Cile, Uruguay, Cipro e Grecia con cui si hanno già contatti attraverso le Università con cui tale progetto è già in contatto. Si prevede il coinvolgimento dei Ministeri.
Per ciò che riguarda le Organizzazioni Internazionali si prevede al momento il coinvolgimento sempre al Simposio di UNDP, FAO, CEPAL e UNICEF.
- Università
Le Università possono ritenersi sia destinatari che beneficiari finali. Esse sono coinvolte nell’ambito del Corso e delle attività di sensibilizzazione insieme alle ONG. Le Università rappresentano il soggetto propulsore dal quale scaturiscono le attività e il loro coinvolgimento è avvenuto già in fase di progettazione. Nell’ambito del progetto sono coinvolte le Università della Calabria e l’Università di San Martin in Argentina. Il progetto prevede già fin d’ora il coinvolgimento delle seguenti Università che costituiranno la prima rete Internazionale inter-universitaria. Si tratta di 15 realtà.
Universidad Nacional de San Martín - (Argentina)
Universidad Nacional de Lanús (Argentina)
Universidad de Buenos Aires (Argentina)
Universidad Nacional de Mar del Plata (Argentina)
Universidad Nacional General Sarmiento (Argentina)
Universidad de Quilmes (Argentina)
Universidad Mayor San Francisco Xavier de Chuquisaca (Bolivia)
Universidad Federal de Río Grande Do Sul (Brasil)
Universidad Bolivariana (Chile)
Universidad de La Republica (Uruguay)
Università di Cipro (Cipro)
Università della Pace di Pisa (Italia)
Università della Calabria (Italia)
Università di Padova centro Diritto Umani (Italia)
Centro EIUC di Venezia (Italia).

La Fondazione partecipa a

Contatti

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fax +39 055 2691148

SEDE LEGALE

Padova
Via N. Sauro 15, 35139

SEDI OPERATIVE

Firenze (direzione, attività culturali)
Via dei Calzaiuoli 7, 50124
T. +39 055 2381064

Seguici su questi social media o con l'RSS