Nuove popolazioni rurali - immigrati e neonati nelle campagne italiane

“Nuove popolazioni Rurali” è il titolo dell'annuale convegno sulle aree fragili che si è svolto il 13 marzo 2010 a Rovigo, presso Palazzo celio, a partire dalle ore 9.00.
INTRODUZIONE
In un paesone della bassa reggiana un'intera classe della scuola materna è composta di figli di immigrati; in un paesino sperduto del Molise sale il lamento contro stranieri danarosi che si comprano tutte le abitazioni; in un paese quasi fantasma dell'Appennino alessandrino il sindaco esasperato mette in vendita le case ad un euro: riceve 400 domande; anni fa alcuni sindaci della montagna davano un contributo in denaro per i neonati in valle.

Nelle aree rurali italiane siamo di fronte a paradossi demografici. Alcune sono talmente spopolate che le politiche di sviluppo devono ricorrere a mezzi drastici, in altre il ripopolamento avviene secondo modalità inaspettate e fonti di nuove tensioni. Nelle grandi città queste situazioni non sono meno gravi ma vengono attutite dalla grande mobilità della popolazione autoctona e straniera. Nelle piccole comunità il calo delle nascite fra i locali e l'aumento di quello fra gli stranieri produce una visibilità immediata con il conseguente acuirsi del timore di essere sommersi da una diversità incomprensibile. Sappiamo molto poco di questi microcosmi rurali, salvo poi scoprirne all’improvviso il potenziale esplosivo quando – come nel caso di Rosarno – il fragile equilibrio si spezza e il disagio da entrambi i lati esplode con la violenza.
IL COMMENTO DEL PROF. GIORGIO OSTI
PROGRAMMA DEL CONVEGNO

MATTINO
modera Leonardo Raito, assessore all'immigrazione, Provincia di Rovigo
Saluto, Tiziana Virgili, Presidente della Provincia di Rovigo
Introduzione, Giorgio Osti, Università di Trieste
Interviene
Igor Jelen, Università di Trieste e Alessandro Gretter, Fondazione Mach, Trento
"I criteri della fragilità socio-territoriale"
Maurizio Ambrosini, Università Statale di Milano
"Nuovi migranti verso le aree periferiche"
Anna Natali, Eco&Eco srl-Regione Emilia-Romagna, DG Programmazione
"Le politiche di sviluppo locale alla prova dell'anagrafe"
POMERIGGIO
modera Mario Cavani, Fondazione Responsabilità Etica-BPE
Alessandra Corrado, Università della Calabria
"Migranti in Calabria: fra bracciantato e nuovi percorsi di accoglienza"
Alice Ben, Università di Trieste
"Sorprese e conferme nella montagna bellunese" Francesca Leder, Università di Ferrara
"Cohousing rurale nella bassa padana?"
Francesca Peano, Università Cattolica di Brescia
"Gli immigrati nelle campagne e nelle stalle lungo il Po"
Devan Jagodic, Università di Trieste
"Cosa succede in un'area di confine (il Carso)"
Ezio Molinari, parrocchia di Brugneto (PC) e Giovanni Carrosio, Università di Trieste
"Segnali di vita sul crinale appenninico"
RISORSE UTILI
Esperienze
Piccoli borghi e immigrati
http://www.dislivelli.eu/blog/mamma-li-turchi-i-migranti-nelle-terre-alte.html
Immigrati e lavoro autonomo nelle aree rurali
Quando l'immigrato è Dop
Il nuovo che avanza, il caso di Stroppo in Valle Maira
Po d'India (Un)
Immigrazione cinese nelle valli piemontesi ... altre news, ...... sui neonati
Braccianti agricoli in autocostruzione a Cassano allo Ionio (CS)
Dai Caraibi alle Alpi
Comunità Il Sogno
BIBLIOGRAFIA
IL GRUPPO SU ZOES http://www.zoes.it/it/content/group/aree-fragili

La Fondazione partecipa a

Contatti

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fax +39 055 2691148

SEDE LEGALE

Padova
Via N. Sauro 15, 35139

SEDI OPERATIVE

Firenze (direzione, attività culturali)
Via dei Calzaiuoli 7, 50124
T. +39 055 2381064

Seguici su questi social media o con l'RSS

 

 
Sei qui: Attività Formazione Nuove popolazioni rurali - immigrati e neonati nelle campagne italiane