Il Governo del Kazakistan intende fare richiesta di 737 milioni di dollari come risarcimento per i danni subiti a causa del consorzio petrolifero internazionale per lo sviluppo dell'area estrattiva del Kashagan-Mar Caspio, l'ultimo colpo per il megaprogetto da 50 miliardi di dollari. Il ministro dell'ambiente Kazako ha annunciato lo scorso venerdì che intende imporre una multa di 737 milioni di dollari al consorzio e alla Agip KCO, l'unità dell'italiana Eni che gestisce il progetto, a causa dei danni ambientali causati da una fuga di gas nel settembre scorso che ha fermato la produzione del giacimento. Il Ministro dell'ambiente del Kazakistan ha detto che tra settembre e ottobre sono stati bruciato2,8 milioni di metri cubi di sostanze tossiche o "gas acido", con conseguente "inquinamento atmosferico".

Leggi tutto...

In occasione dell'assemblea annuale del 2013 di Enel, la Fondazione Culturale Responsabilità Etica aveva paragonato l'Enel ad un "dinosauro" a causa dei continui investimenti di Enel nei combustibili fossili (in particolare nelle centrali elettriche a carbone), mentre le fonti di energia rinnovabili sono più economiche, sempre più redditizie e la nuova generazione di energia distribuita sta facendo passi da gigante. “Enel – considerava la FCRE - rischia di essere punita dai mercati se non decide di cambiare strada verso un mix di produzione di energia più sostenibile.

Leggi tutto...

La Fondazione promuove

La Fondazione partecipa a

Contatti

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fax +39 055 2691148

SEDE LEGALE

Padova
Via N. Sauro 15, 35139

SEDI OPERATIVE

Firenze (direzione, attività culturali)
Via dei Calzaiuoli 7, 50124
T. +39 055 2381064

Seguici su questi social media o con l'RSS

 

 
Sei qui: Attività Azionariato critico