La saga di Eni in Nigeria continua. La magistratura italiana, secondo quanto riportato dalla stamoa (vedi Il grande accusatore Eni. Il rais nigeriano..., La Repubblica 7 ottobre 2014), sta cercando di tracciare il giro di tangenti pagate dalla Compagnia petrolifera italiana ai politici locali e a intermediari al fine di facilitare l'acquisizione del campo di esplorazione petrolifera Opl 245 . Agli inizi di settembre la magistratura ha congelato circa un miliardo e 90 milioni di dollari tra il Regno Unito e la Svizzera. 

Leggi tutto...

Eni ed Enel, le due compagnie italiane che vedono la Fondazione Culturale Responsabilità Etica impegnata in attività di azionariato critico, sono ancora una volta sotto la luce dei riflettori. Il 30 giugno, Enel è stata accusata da Greenpeace di rifornirsi di carbone da compagnie, secondo quanto si dice, coinvolte in gravi violazioni dei diritti umani in Colombia. Il 4 Luglio, invece, Eni ha confermato di avere ricevuto la comunicazione che il pubblico ministero di Milano ha aperto un'inchiesta per un presunto caso di corruzione internazionale nel corso dell'acquisizione del giacimento petrolifero, il blocco OPL 245 in Nigeria. In merito a questi due fatti le compagnie hanno fatto delle dichiarazioni: Enel ha dichiarato che è pronta a chiudere i contratti se le presunte violazioni saranno confermate. Mentre Eni si è limitata ad un comunicato inviato via email, sottolineando “l'assoluta correttezza del proprio operato nella transazione in questione”. Noi continueremo a monitorare entrambi i casi, inviando specifiche richieste ad Eni ed Enel e chiedendo un incontro con entrambe dopo l'estate. 

Leggi tutto...

La Fondazione partecipa a

Contatti

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fax +39 055 2691148

SEDE LEGALE

Padova
Via N. Sauro 15, 35139

SEDI OPERATIVE

Firenze (direzione, attività culturali)
Via dei Calzaiuoli 7, 50124
T. +39 055 2381064

Seguici su questi social media o con l'RSS

 

 
Sei qui: Attività Azionariato critico